MISURA STRAORDINARIA PER LA LIQUIDITA’


“Contributo a fronte di finanziamenti concessi alle imprese con sede in Sicilia
danneggiate dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 a valere sul Fondo Sicilia”

IRFIS FINSICILIA, al fianco delle imprese siciliane
Regione Siciliana e Irfis, destinano 30 milioni di euro, per facilitare l’accesso al credito bancario da parte delle piccole e medie imprese siciliane, danneggiate dalla grave crisi economico e sociale causata dall’emergenza Covid – 19.

Linea di intervento
Contributo sugli oneri per interessi e spese di istruttoria relativi a finanziamenti chirografari della durata di almeno 15 mesi (di cui almeno 3 mesi di preammortamento), di importo non superiore a 100.000,00 euro, concessi dal sistema bancario e dagli intermediari finanziari ex art. 106 del TUB alle imprese aventi sede in Sicilia.

Importo del contributo
Sino al 5% dell’importo del finanziamento bancario erogato e comunque sino ad un massimo di 5.000 euro per ciascuna impresa beneficiaria.

Modalità di erogazione
Nel rispetto dell’ordine cronologico con procedura a sportello e sino ad esaurimento delle risorse, il contributo sarà autorizzato-erogato dall’IRFIS FinSicilia direttamente alle banche e/o agli intermediari finanziari iscritti all’albo ex art. 106 TUB, previa attestazione da parte delle rispettive direzioni regionali dell’avvenuto perfezionamento-erogazione dell’operazione di finanziamento.

Condizioni
Le imprese beneficiarie dovranno dichiarare, ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, di aver subito danni economici dall’emergenza epidemiologica COVID-19, consistenti nella temporanea interruzione/riduzione dell’attività svolta.

Garanzie
Finanziamenti chirografari, anche eventualmente assistiti dalla garanzia diretta nella misura massima consentita rilasciata dal Fondo Centrale di Garanzia – ex L. 662/96.

Commissione di gestione
Per le attività connesse alla gestione della Misura è riconosciuto all’IRFIS FinSicilia un compenso una tantum pari allo 0,50% dell’importo del finanziamento, che rimane a carico dell’impresa beneficiaria e che sarà trattenuto dalla banca o intermediario finanziario ex art. 106 TUB all’atto dell’erogazione e versato a IRFIS.

Regime de minimis
L’importo complessivo delle agevolazioni de minimis concedibili all’impresa beneficiaria non può superare il limite previsto dai vigenti regolamenti UE nell’arco di tre esercizi finanziari.

Note
Nell’ambito delle disponibilità connesse alla linea di intervento, per l’istruttoria delle domande inoltrate dalle banche o dagli intermediari finanziari ex art. 106 TUB verrà applicato il procedimento valutativo a “sportello” secondo l’ordine cronologico di presentazione all’Irfis della delibera di concessione del finanziamento da parte delle banche o intermediari finanziari. E’ prevista la sottoscrizione di una convenzione tra Irfis FinSicilia S.p.A.-gestore del Fondo Sicilia, e l’ABI, ovvero direttamente con le banche o intermediari finanziari.

Misura Straordinaria di Liquidità (MSI)
Modello domanda
Elenco banche convenzionate
BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA S.C.P.A.
BANCA POPOLARE SANT’ANGELO
IGEA BANCA S.P.A.